Creatività in trasferta#20

Mi piace scrivere, e fin qui si era capito, ma mi piace molto di più spaziare, saltare “di palo in frasca”, diversificare e andarmi a cimentare con tanti aspetti e forme diverse dello scrivere.
Da qui nasce la necessità di uscire di tanto in tanto dal coffebreak, alzare il bavero del cappotto e affrontare il gelo delle strade.
Nuove esperienze, nuove avventure.
Poi però si torna sempre qui, nel locale che mi ha visto muovere i primi passi incerti in questo pazzo mondo di parole.
Questa rubrica del sabato vuole essere un rimando alle cose scritte in giro per la rete.
Buona lettura.

Zombi – recensione videogame per scheletri.com

Il gioco di ruolo nuoce gravemente ai neuroni – parte ottava

…cercando di essere eroi…continuando a farci del male…

La logica della bontà

Il gregario di Nibel Galla (ranger) – il nano guerriero di cui ci dimentichiamo l’esistenza figuriamoci
il nome – ha deciso di immolarsi per il suo capo.
Nibel Galla: non ti ho salvato la vita per poi chiederti di sacrificarti a quel
vampiro.
Pantone (bardo): ah non facciamo così; ci circondiamo di persone che ci devono la vita per poi usarli come scudo umano?

Il sogno (bagnato) di ogni giocatore

Master: allora, avete deciso cosa fare?
Belfagor (stregone): ok, noi abbiamo varie opzioni, ora te le diciamoe tu ci fai sapere qual’è la migliore!

La quintessenza della malvagità

Il gruppo stabilisce i termini del sacrificio umano per onorare il patto con il vampiro Marius.
Belfagor (stregone): posso sacrificare un bambino?
Marius: (leccandosi le labbra) sarebbe perfetto!
Belfagor: Mmmh…magari mio figlio…
Marius: eccellente!
Belfagor: farò così; metto incinta una fanciulla pura, la porto a partorire davanti a te e poi
sacrifico entrambi.
Marius: mi inchino a te principe del male.

Meglio esser chiari

Il gruppo sta combattendo contro la guardia cittadina per impedire una esecuzione. Pantone (bardo): vado verso il patibolo…non in quel senso.

Babbo ranger, pensaci tu

Master: dopo la notte in locanda, scalate 1mo ciascuno.
Pantone (bardo): non ho nulla.
Gragorth (chierico): non ho monete.
Belfagor (stregone): ho 3000mo…a no, è solo una delle mie burle.
Master: fatemi capire, non avete denaro?
Tutti: in questi casi c’è una sola cosa dafare…FUGA!
Nibel Galla (ranger): ho capito va, pago io.

Pozioni di dubbia utilità

Master: trovi una bottiglia contenente uno strano liquido ambrato. Pantone (bardo): cos’è, olio cuore? Da un +4 a saltare staccionate?

Utili conoscenze

Master: fai una prova di conoscenze arcane.
Pantone (bardo): non serve, è chiaramente un “golden retriever”!

Sfumature linguistiche

l gruppo contratta con il potente vampiro Marius i termini dell’accordo.
Marius:…e per avere i miei servigi dovete trovare e sacrificare il cuore di un uomo giusto!
Belfagor (stregone): Mmmh… il cuore di un uomo, giusto?

Desiderabili scontri

Il gruppo si addentra nel covo di un potente vampiro.
Master (dal divano): mentre seguitate a scendere lungo l’umido corridoio…passatemi il manuale dei mostri!
Gragorth del corno (chierico): tieni, il manuale degli animali dolci e coccolosi!

Allineamento definitivo

Master: che allineamento sei?
Belfagor: Legotico casuale

Bardo didascalico

Il gruppo si trova di fronte ad una porta enigma; ci sono tre clessidre vuote a completare un meccanismo a tempo.
Master: dunque, su ogni clessidra c’è una punta di spillo.
Pantone (bardo): mi pungo con ognuno di essi.
Master: le clessidre si riempiono del tuo sangue e cominciano a funzionare; ti senti molto debole.
Pantone: vi sfido a dire che non darei il sangue per il gruppo!

Causa del decesso

Belfagor (stregone) è impegnato in combattimento con un dragonico armato di pugnale.

Belfagor: casto…palla di fuoco…si.

(si procede a calcolare danni devastanti).
Master: è morto…carbonizzato.
Il resto del gruppo sopraggiunge poco dopo.
Gruppo: ma che gli è successo?
Belfagor: è morto per cause di forza maggiore…la mia!

La cultura…sullo sfondo

Master: domenica prossima non si gioca, ho la prima. Venite a vedermi in scena? Faccio il gobbo di Notre Dame.

Belfagor (stregone): e te fai il gobbo o notre dame?

Raggirare di massa (sul Master)

È circa un ora che il gruppo è fermo davanti ad una porta che si apre risolvendo un indovinello.

Master: lo so che volete solo che vi mandi contro un mostro da malmenare…
Gruppo: ma no…noi vogliamo giocare di ruolo!

L’ha presa bene

La serata di gioco salta per un imprevisto;

messaggio del bardo: eh nooo! Ora mi faccio una scheda personaggio nuova e mi suicido…così avrete un morto sulla coscienza!

La logica prestata al Gdr

Una storia vera.

chierico: pronto, chi parla?
mago: pronto, sono io.
oh ciao! che voce cupa; problemi?
a dire la verità si… è per la giocata di stasera
o cavolo, dimmi!
beh, il punto è che devo passare a prendere il master…
come al solito?!
si, e si è aggiunto anche lo stregone…
vabbè, ora perché ha il vizio di fare mille domande, assillare il master con strategie allucinanti, tediare il prossimo con discorsi senza senso, straparlare di questo e di quello…
e porto anche il vino.


il master sa già del vino?
si


di quanto vino stiamo parlando.
una cassa da 6 litri.
dannazione!
come ne usciamo?


trovato!
Useremo la logica di “capra, cavoli e lupo”.
geniale!
modestamente.
aspè!
cosa?
il contadino si muoveva in barca


e faremo una colletta per la benzina.

ecco!

La legge del master

Master: …e comunque nelle mie campagne vale il lodo “final destination”: se i personaggi scampano ad una morte certa è solo per morire in modo più elaborato e atroce successivamente.

Azioni offensive

Belfagor (stregone) deve intrufolarsi in un tempio pieno zeppo di dragonici e, malvolentieri, accetta di essere accompagnato da Pantone (bardo).

Belfagor: casto “invisibilità” su di me e poi ancora su sto s****o di bardo.
Master: Pantone sparisce mentre tu perdi l’invisibilità.
Belfagor: ma…
Pantone: sei stato offensivo!

Un nome, un destino

Master: stregone, ora che ci penso, ma il tuo pg ce l’ha un cognome?

Belfagor: certo! mi chiamano Belfagor della tristezza
Gragorth (chierico): …degli altri!

Battute dolciarie

Master: davanti a voi c’è un uomo basso, squadrato, con i capelli spolverati di bianco…

Pantone (bardo): è chiaramente un diplomatico

Avanti veloce

Comincia la sessione di gioco, dopo un lungo periodo di stop.

Giocatori: master, dove eravamo rimasti?
Master: dunque, siete sotto terra…
Giocatori: di già!

Magie generiche

Nibel Galla (ranger) è afflitto da un indebolimento causato dalla magia.

Gragorth del corno (chierico): amico, ti vedo conciato male, posso fare qualcosa per te?
Nibel Galla: Spero di si.
Master: tira su sapienza magica per capire che incantesimo lo ha colpito
roll*1
Gragorth del corno: (impone le mani) ti darò un generico…casto “aspirina”

Battute di bassa levatura#3

Il gruppo, grazie all’autorità di Nibel Galla (ranger), può contare sulle abilità di un nano guerriero (chiamato per comodità ehitunanovièunpoqua).

In attesa di attestarne lo doti in combattimento, la compagnia mostra un certo apprezzamento per altro.
Nano: Per la barba di mia madre! Con voi si vivono avventure incredibili!
Nibel Galla (ranger): già, gran bella barba…
Belfagor: già, gran bella madre…

Battute di bassa levatura#2

Master: d’improvviso un grido dall’alto. Plana su uno sperone di roccia una creatura enorme; vedete un uccello alto 9 metri…

Belfagor (stregone): …Rocco sarebbe fiero di questo uccello.

Battute di bassa levatura#1

Master: Cesar (evocatore), data per permanente la tua cecità, ti consiglio di richiamare un famiglio…un cane direi!

Il tempo di gioco e altri misteri

Belfagor (stregone): master, visto che è un mese che non giochiamo, ho recuperato qualche punto ferita?

 

Mai deridere il master

Master: la guardia ti attacca con il suo spadino.

Landok: se, ho fatto in passo indietro di 1 metro e mezzo, mi vuoi dire che ha portata?
Master: no, però si è portato gli amici.

La strana coppia

Il gruppo ha accolto un nuovo membro, il cavaliere del giglio Damian. Il più contento è Landok Feras (guerriero).

Master: avete del tempo da passare in città.
Tonfo (ladro gnomo): cerco un alchimista.
Nibel Galla (ranger): cerco un fabbro.
Damian e Landok: noi ci affiliamo le spade…reciprocamente.

Ridere per rispetto

Master: dovete fuggire velocemente da questo posto. Suppongo usiate i cavalli già sellati nella stalla…tu, Tonfo (gnomo), SU-PONY!

La strada giusta

Master: il corridoio ha un’aura sinistra.

Gruppo: vabbè, noi passiamo a destra.

Immedesimarsi

Master: sentite un rumore sordo.

Landok Feras (guerriero): eh?

Presagi

Il party, al solito, perde tempo in città.

Master: beh, che fate, partite? Vi ricordo che partire è un po’ morire.

Condividere, tutto!

Tonfo (gnomo ladro): salgo sullo stesso uccello di Nibel! (con voce acuta).

Il party viaggia su dei Roc.

…più voglia di qualcosa di buono

Landok Feras (guerriero): se i nostri sospetti sono FONDENTI…

Prenderla alla lontana

Il prode Landok Feras (guerriero) ha perso la mano sinistra in battaglia e si trova a fare il giro delle chiese cittadine per cercare una soluzione.

Chierico: cosa ti porta tra le braccia di Reorx?
Landok Feras:…ehm…un problema di manodopera…

Conoscenze geografia: zero gradi

Tonfo (gnomo ladro) e Nibel Galla (ranger) sono scomparsi dalle dimore reali.

La verga dei draghi è scomparsa con loro.

Landok Feras (guerriero) e Damian Prates (cavaliere del giglio) vengono convocati dal Sovrano.
Master: il Re è molto contrariato. Vuole interrogarvi.
Landok Feras: speriamo non mi chieda dove sta la Basilicata!

Bigottismo e malizia

Ancora sotto torchio dal Re per la scomparsa del potente artefatto.

Re: è chiaro! Lo gnomo Tonfo ha preso la verga dei draghi.
Landok Feras (guerriero): ma no Sire…
Damian Prates (cavaliere del giglio): …non ha mai manifestato queste tendenze…e poi è contro natura!

Battute di dubbio gusto#1

Master: la ragazza, vedendoti, trasale.

Damian Prates (cavaliere del giglio): scenda signorina!

Battute di dubbio gusto#2

Master: nella stalla trovate (roll*100) cavalli già sellati, pronti a partire…camminate…camminate…e vi cominciate a chiedere perché camminate quando avete i cavalli.

Talento per personaggi “speciali”

Landok Feras (guerriero): prendo il talento “cavalcare in sella”

Battute di dubbio gusto#3

Damian Prates (cavaliere del giglio) e Landok Feras (guerriero) vengo catturati e accusati di omicidio.

Damian Prates: state prendendo un abbaglio…wuof, wuof!

Battuta di Spirito

La locanda offre un vino scadente ai nostri avventurieri.

Ladro: (sputando il contenuto del bicchiere) come lo fate qui il vino…evoca Mosto?

Senza dubbio!

Disquisendo su una regola di gioco fino a quel momento mai applicata.

Master: …beh, meglio retro Attiva che retro Passiva, no?

Il gioco di ruolo nuoce gravemente ai neuroni – parte ottava

GDR nel sangue

Sms di Cesar alla compagnia: “è sicuro, mio figlio è maschio! Ora tiro le caratteristiche”

Riferimenti sbagliati

Dopo un furto, straordinariamente riuscito, il gruppo cerca di ricongiungersi e spartire il tesoro. Landok Feras (elfo guerriero) è bloccato in una locanda circondata da guardie private.

Tonfo (gnomo ladro): dai Landok, sei ricercato. Devi camuffarti, come me.

Landok Feras: No, non posso

Tonfo: ?!

Landok Feras: immagina. io sono il tipo alla Kahal Drogo…

Tonfo: …ah, morto!

Grandi latitanti

Nibel Galla (ranger): Non possiamo più entrare in città. C’è una taglia su di noi…

Landok Feras (elfo guerriero): una XXL?

Confronto muscoli VS cervello

Cesar (evocatore) guarda altezzoso la scheda di Landok Feras (elfo guerriero)della sezione Talenti.

Cesar: tutto quello che che non c’è scritto è tutto quello che ci serve

Tonfo (gnomo ladro): un po’ come la tua lista degli incantesimi

Sfumature semantiche

Nibel Galla (ranger), all’ennesima spacconata di ser Landok, prende le distanze.

Nibel Galla: darò a tutti del Tu; a te darò del Voi con distacco.

Landok Feras: ma io ti dò del tè…alle cinque.

Gaffe!

Cesar (evocatore) è al cospetto del Vecchio Saggio (elfo silvano cieco dalla nascita).

Vecchio Saggio: …prima mi parlavate di una sfera divinatoria in vostro possesso. Posso averla?

Cesar porge la sfera al Vecchio Saggio che con mano tremanti comincia a tastare la superficie.

Cesar: oh vecchio, è delicata, occhio!

Meglio non approfondire

La compagnia cerca invano – per l’ennesima volta – l’arcimago Giustarius, che pare essersi volatilizzato al punto che neanche alla Torre dell’Alta Stregoneria sanno niente di lui.

ser Landok Feras (elfo guerriero): cercare Giustarius è come cercare la nebbia…

Tonfo (gnomo ladro): …è umida.

Nibel Galla (ranger): …è dappertutto e in nessun luogo.

Cesar (evocatore): …ti penetra dentro…

ser Landok Feras: ehm, non so in che rapporti eri con Giustarius…

Diffidenza ben riposta

La compagnia è diretta alla Torre dell’Alta Stregoneria quando viene bloccata da elfi silvani particolarmente diffidenti.

Nibel Galla (ranger): chiediamo solo di passare oltre. Non vogliamo disturbare la vostra casa.

Elfi: non ci fidiamo degli stranieri e soprattutto non ci fidiamo degli elfi alti (guardando con disgusto ser Landok Feras)

ser Landok Feras (elfo guerriero): non sono un elfo alto (controllando la scheda) arrivo appena a 1 metro e 50!

Non ci sono più mezze stagioni

Ser Landok Feras (elfo guerriero): l’autunno che approssimava all’estate

Non perdiamoci di vista (il social network fantasy)

I nostri eroi lasciano la Torre dell’Alta Stregoneria dopo aver avuto le preziose informazioni sul preseguio della quest.

Salutano il fratello di Landok Feras (elfo guerriero).

ser Landok: allora ci si vede…

Persifal Feras (mago): mi raccomando, non sparire come tuo solito (che poi mi ritorni sotto sembianze di elfo…) teniamoci in contato

Tonfo (gnomo ladro): tranquillo, ti aggiungo su VOLTO TOMO

Insospettabile sangue partenopeo

Master: vi addentrate nei cunicoli…

Nibel Galla (ranger): CUNICO – LÌ o CUNICO – LÁ?

Arma segreta

ser Landok Feras (elfo guerriero): master, da ora aggiungo 1d6 danni da suono quando attacco.

Master: ???

ser Landok Feras: entro in battaglia  gridando “UARGH!”

Inevitabili battute

Il gruppo è arrivato su Meccanus, piano dell’esistenza assai differente dal loro(che il Master ha impiegato una buona mezz’ora a farci capire che “No, non è Legoland.”).

I nostri eroi imparano pian piano quali sono le regole da seguire per non andare incontro a problemi (o forse proprio per buttarcisi con proverbiale incoscienza!)

Master: ci sono delle creature di questo piano che è meglio non far arrabbiare…li chiamano INEVITABILI.

Cesar (evocatore), per puro diletto masochista, comincia a storpiarne il nome:

-          Quindi sono come il tonno…INSUPERABILI!

-          Ma come sono fatti? Sono INDESCRIVIBILI?

-          Sono brutti o INGUARDABILI?

-          Sono anche SMONTABILI? (beh, siamo su Meccanus, la domanda sorge spontanea)

-          Sempre MIRABILI…alla testa

-          INCENSURABILI, INCANDIDABILI, INOSSIDABILI, INSINDACABILI…aspetta, state pensando quello che sto pensando io?!

-          IMPILABILI

Master: ma la vuoi smettere! Guarda che se ne incontri uno sono cavoli tuoi…

Ser Landok Feras(elfo guerriero): che ci provino pure (sguainando la spada)

Cesar: uh, notevole, forse sono IMPRESSIONABILI

Il motto di ser Landok

ser Landok Feras (elfo guerriero): stasera o si livella o si muore

(grattamenti vari da parte dei compagni)

Nuova abilità

Il master è impegnato in una descrizione “epica”, nel mentre ser Landok Feras (elfo guerriero) tira compulsivamente i dadi e borbotta ad alta voce.

ser Landok Feras: ora faccio un tiro per attirare l’attenzione del master

il dado rimbalza su tutto quello che c’è sul tavolo.

master: (esasperato) che vuoi?!

ser Landok Feras: funziona!

Pronti per il cine-panettone

Master: quando il sarcofago si scoperchia, udite un suono cacofonico…

Tutti: PROOOT!

Intuizioni artistiche

La compagnia sta esplorando una magione antichissima.

Nibel Galla (ranger) fissa la sua attenzione su di un quadro.

Master: ti sembra di aver già visto qualcosa del genere. In particolare uno dei personaggi impressi ha un aria familiare…

ser Landok Feras (elfo guerriero): mh, qualcosa non Quadra!

Naturismo

Cesar (evocatore): mi vesto NUDO!

Cinefilia

Master: (in un impeto di francesismo) fate tutti un tiro sulla “Volontè”…

Tutti: Gian Maria!

Cinefilia#2

Cesar (evocatore) cerca di assecondare il piano contorto di Tonfo (gnomo ladro).

Tonfo: ho bisogno di una cassa di legno per nascondermi.

Cesar: casto “Fabbricare” su quel cumulo di legni e te la faccio immantinente.

Master: devi fare un tiro su Artigianato per costruirne una come si deve.

Cesar: che ci vuole a fare una cassa di legno!Mi chiamavano Aronne Piperno a scuola

Pedigree

Il prode ser Landok Feras sta per guadagnare un livello e si confronta con il Master su una eventuale classe di prestigio.

ser Landok Feras (elfo guerriero): è che non so proprio “cosa essere”!

Master: hai mai pensato ad una classe di prestigio? Ecco, questo, il cavalier…

Cesar (evocatore): tipo “Cavalier King”

La commedia degli equivoci

I nostri eroici avventurieri fuggono dal piano astrale di Meccanus accompagnati da un orrenda strega (sempre meglio degli inevitabili che vogliono fargli la pelle).

Giungono nel limbo e cominciano a vivacchiare tra banchi di nuvole e poco più. D’un tratto si ritrovano nel bel mezzo di due cicloni e sparati in ogni direzione tra pioggia e fulmini casuali.

Il gruppo rimane compatto (tranne lo sfortunato evocatore  Cesar) e illeso (tranne l’acchiappa fulmini ser Landok Feras; più di 50 danni da elettricità e svenimento per danno massiccio).

Nibel Galla (ranger): uh, è messo male!

Tonfo (gnomo ladro): so io come rianimarlo…strega, sai castare qualcosa di elettrico?

La strega casta “stretta folgorante” per rianimare il povero Landok.

Master: ti svegli d’improvviso. Senti odore di bruciato e su di te c’è la vecchia strega che ti tocca il petto…

Ser Landok Feras: le do una capocciata.

Roll*20

Il gruppo sta ancora aspettando Cesar (evocatore) per rianimare la strega.

Abilità queste sconosciute

Master: Landok, fammi un tiro su “Raggirare”.

Ser Landok Feras: aspè (controlla in lungo e in largo la scheda), ” Raggirare” ha a che fare con la destrezza?

Accoglienza ad effetto

Il gruppo entra in un inquietante tempio abbandonato su un piano/pianeta sconosciuto.

Circospetti, i nostri eroi (accompagnati dalla vecchia strega), arrivano nella sala principale dove trovano un trono e uno spirito antichissimo e malvagissimo a presiederlo.

Master: la vista dello spirito vi paralizza sul posto. I vostri muscoli sono tesi come se impegnati in uno sforzo fisico estremo. L’essenza di pura malvagità volteggia intorno a voi, poi repentinamente, si accosta alla strega e la avvolge completamente. Basta qualche frazione di secondo e la strega comincia a disgregarsi tra strilla disumane di dolore.

Master (spirito): bene bene bene, cosa abbiamo qui? Degli avventurieri. E tanto tempo che non vedo anime vive farmi visita.

Cesar (evocatore): beh, se questa è l’accoglienza!

Come ai boy scout

Lo spirito nefasto si è rivelato un antico dio che, dopo aver assegnato una missione al gruppo, li teletrasporta nuovamente sul piano materiale.

Master: bene, siete finalmente tornati sul vostro piano natale. Ma dove esattamente?

Tonfo, Landok Feras e Cesar: Nibel pensaci tu.

Nibel Galla (ranger): provo con “sopravvivenza” e “orientamento”

Roll*1 roll*1

Master: secondo te, guardando il sole, siete qui (punto sulla mappa diametralmente opposto a dove sono realmente).

Tonfo, Landok Feras e Cesar: insomma? Dove siamo finiti?

Nibel Galla: guardando il sole e la conformazione del territorio siamo…

Tonfo: scusa Master, ma è notte o giorno?

Master: naturalmente, è NOTTE!

Tonfo uno gnomo tutto (arraf)fare

Se ne va uno dei migliori; Tonfo – e basta, che se ci mettiamo a citare tutti i nomi non basta la pagina –  ladro di prima categoria, capace di rubare ai ricchi e ai poveri senza fare discriminazioni (perché gnomo buono ed equo), di uccidere da solo un gigante impazzito per poi farsi accoltellare quasi a morte da un bambino cieco e storpio in un vicolo. Inventore di armi esotiche che hanno portato più di una disgrazia e di rimedi al mal di mare capaci di far vomitare a chilometri di distanza dall’acqua.

Ci lascia, trascinato suo malgrado nel delirio di onnipotenza del compagno Cesar (evocatore) il quale ha attaccato una piccola cittadina rea di non avergli dato da bere dell’acqua(!?!).

Mentre Landok Feras falciava poveri paesani e Cesar sfoggiava le sue arti magiche su vecchi e bambini, il nostro razziava impunemente le case abbandonate.

C’è voluto un impavido Paladino a riportare a ragione ser Landok (a suon di cariche travolgenti lancia in resta), far abbassare le penne a Cesar (a colpi di 20 sui tiri salvezza) e a far perire il prode Tonfo.

Complice della disfatta, il tatuaggio maledetto che impediva allo gnomo di attaccare (sempre in maniera equa e giusta) il cavallo del paladino.

Cesar dixit: guarda il lato positivo! Da morto la maledizione non ti fa effetto.

Entrata sproporzionata

Il gruppo si disgrega. Dopo la morte di Tonfo (gnomo ladro), il compagno Cesar (evocatore) ha perso il senno e ha deciso di tentare (off game) di riportarlo in vita. Ser Landok Feras (e la sua controparte reale) ha iniziato un cammino di espiazione (senpre off game). Il solo ranger Nibel Galla si fa carico della missione.

Master: il capo della comunità dei maghi ti offre un aiuto per le tue prossime imprese. Vai al porto e la conoscerai i tuoi nuovi compagni. Arrivato al porto noti immediatamente un uomo…descriviti

Gragort del corno (chierico)[ex Tonfo]: ho capelli marroni, media corporatura, abbastanza piazzato

Master: così sembri un panettiere

Gragort del corno: aspè, rifacco l’entrata. Casto “Estasiare”

Master: le folle accolgono con commozione l’arrivo di una figura ammantata di luce. Cori angelici accompagnano l’incedere divino di Gragort del corno, sommo chierico. Al suo passaggio spuntano fiori, i ciechi riacquistano la vista, le vergini si trovano gravide e …

Nibel Galla: per la miseria. Bastava che mi dicessi razza e classe del personaggio.

Descrizioni luminose (smarmella!)

Master: vedete un bagliore Baglioroso

Non pensare, è meglio!

La compagnia composta da Nibel Galla (ranger), Gragort del Corno e Fred “del piccone” (guerriero picconatore) raggiunge il villaggio dei minotauri per parlare con il capo tribù e farsi aiutare nel proseguio della missione.

Master: Le creature sono tutte armate e imponenti. Una su tutte spicca per grandezza e perchè impugna un’alabarda.

Fred: quando un uomo con il piccone incontra un minotauro con l’alabarda…

Minotauro: … minotauro fa esplodere testa di uomo, così non pensa.

Coinvolgimento totale

La campagna “parallela” prevede un incontro al Vertice nella Torre dell’alta Stregoneria in cui dovrà partecipare anche Cesar (evocatore) per rendere conto delle sue azioni malvagie.

Master: stasera è la serata di Cesar, quello che dirà potrà cambiare il destino della campagna.

Tonfo: per questo mi sono portato da leggere!

Cesar, l’amico invisibile

Vogliamo ricordarlo in uno dei suoi rari momenti di visibilità, mentre tenta di far fruttare i suoi lunghi anni di studio della magia prendendo a pugni il primo nemico sotto tiro.

Oppure nell’intento di piegare l’effetto dei pochi incantesimi conosciuti al suo volere, con effetti irripetibili: “ventriloquio” come diversivo di fuga o “forma gassosa” per ingannare fanciulle inermi, “disco levitante” come skateboard o “palla di fuoco” come utile chiavistello per aprire ogni porta.

Lo ricordiamo nella sua ferra fiducia riguardo l’incantesimo “metamorfosi funesta”; intere sessioni passate a tramutare qualunque cosa in un pollo salvo poi scoprire che contro un drago la fiducia non basta (e comunque un pollo sputa fuoco non è il massimo della vita).

I compagni – costretti ad un combattimento mortale per aver salva la vita – scelsero tutti, senza esitazione, di attaccarlo simultaneamente. Posero, sui pochi resti, un rispettoso cast di “invisibilità”.

Un classico (lo stai facendo male)

Ser Landok Feras (elfo guerriero), disperso nelle lande di ghiaccio, viene salvato da un gigante che lo rinchiude dentro casa sua è gli prospetta una vita da schiavo. Landok dapprima tenta di ragionare con la creatura poi furbescamente aspetta che si corichi.

ser Landok Feras: ahahah ora metterò in atto il piano tramandato, per questi casi, dal prode Ulisse…

Master: certo! Tranne che Ulisse si era presentato come “Nessuno” mentre tu come “ser Landok Feras il magnifico”.

Fred del piccone…non fa male!

Vogliamo ricordarlo per quel poco che ha saputo dare alla compagnia. Il suo piccone, tanto deriso, ha dato l’estremo saluto a numerose creature con i suoi critici mostruosi. Nell’ultimo scontro contro un umber hulk che lo ha ridotto a -3 pf, sfruttando il talento duro a morire, il master lo ha messo di fronte alla possibilità di fingere la morte. Un provvido tiro 1 alla prova di intelligenza lo ha visto ergersi davanti alla creatura e pronunciare la fatidica frase: questo è il meglio che sai fare? Ovviamente il mostro sapeva fare di meglio…molto meglio!

Parafrasando

Il Master non si ama, si discute!

Diamo i numeri!

Master: Landok, tira un d8 per i danni ser Landok: roll*…6, oppure è 9?

Master chef

Master: ser Landok, l’ultimo ricordo cosciente è quello della battaglia con i dragonici. Ti svegli. Sei ferito. Un gigante ti sparge erbe addosso… Cesar (evocatore): ti sta condendo!

E tu partorirai con dolore! (ma è sempre l’accoppiamento che inquieta)

Con ser Landok Feras (elfo guerriero) impegnato nella guerra tra giganti e l’esercito oscuro, si decide per la creazione di un personaggio “sostitutivo”.

Belfagor, valoroso stregone che ha passato la sua prima sessione di gioco in mutande, riverso nella neve.

Nel background figurano: anemia del sangue che lo porta a svenire dopo ogni sforzo fisico di una certa entità (quindi è KO ogni azione), 4 fratelli di cui uno pazzo (attendiamo il peggio per il futuro), una mamma…

Belfagor: …e mio padre? E’ vivo? E’ ricco?

roll*1

Master: tuo padre è morto dandoti alla luce

Promesse…elettorali

Il druido cerca, in tutti i modi truffaldini che conosce, di sottrarre il prezioso amuleto di  Nibel Galla (ranger).

Master/ druido: casto “splendore dell’aquila”. Se mi consegni l’amuleto ti prometto: ogni favore da parte mia e dei miei servitori, la protezione magica da qualsivoglia incantamento, l’aiuto in denaro ed equipaggiamento….

Nibel Galla: …e 1 milione di posti di lavoro no!?

Il mago perde la vista…ma non l’idiozia!

Cesar (evocatore) e Tonfo (gnomo ladro) sono accampati fuori città. Sono entrambi contagiati da malattie nefaste ma Cesar in particolare (come sbagliarsi) sta reagendo peggio; si sveglia cieco!

Tonfo corre in città e sgraffigna tutte le pergamene di guarigione che può, poi torna dal mago infermo.

Tonfo: toh, ho preso tutte le pergamene di un chierico allocco giù in città, vedi se riesci a farci qualcosa.

Cesar: *piangendo* non posso…

Tonfo: a scusa, non ci vedi. Vabbé dai, lo casto io; ci sarà un incantesimo Divino che può aiutarti!

Cesar: non è per questo…è che sono Astemio!

Mezze misure druidiche

Nibel Galla (ranger) dopo uno scontro sanguinoso, rinviene un amuleto di cui però ignora i poteri.

Un druido si accosta speranzoso di poter sottrarre il potente oggetto magico con l’inganno.

Master/druido: vediamo un po’ come posso fregarti *scorre la lista degli incantesimi druidici in cerca di ispirazione* Dunque vediamo, se non ho “Charme” dovrò usare un incantesimo più offensivo…”Sbudellare”

Segreto (svelato) del ranger

Belfagor (stregone) fa la conoscenza di Nibel Galla (ranger).

Belfagor: tu sei un ranger, vero?

Nibel Galla: si

Belfagor: ma sei verde, giallo, rosso…

Nibel: sono un ranger, non un Power Ranger!

Belfagor: ok, non ti agitare. Se non vuoi rispondermi è chiaro che sei quello rosa!

 

 

Il gioco di ruolo nuoce gravemente ai neuroni – parte settima

 

Una risata lunga un anno!

 

Gennaio

LANDOK IL POLENTONE

Dopo aver preso nuovamente il mare, la compagna di viaggio dei nostri eroi, una veggente un pochino “toccata”, li presagisce di un incontro funesto.

Master: Affronterete un male che non potete evitare. Un terribile pirata che viene dal sud…

Landok Feras (guerriero): …un terrone!

 

DRAMMATICITA’

Il neo acquisto del gruppo (Fa-aris, monaco) si è introdotto nella nave fantasma incontrata lungo la rotta. La nave è in procinto di inabissarsi e il loro compagno non da segni di vita.

Il gruppo sta vivendo un momento di rara suspance.

Master: La nave sta affondando con il vostro compagno intrappolato a bordo; che fate?

Landok Feras (guerriero): grido “Noooooooooooooooo!”

 

Marzo

RIFLESSIONI DI UNA MENTE PERICOLOSA

Landok riflette, con somma modestia, sulle sue capacità di guerriero, in contrapposizione alla fobia che lo accompagna.

Landok Feras: La classe non è acqua…perché se era acqua avevo paura di me stesso.

 

MAGO PERMALOSO

Il gruppo mette piede a terra dopo un lungo viaggio per mare.

Dopo le consuete scorribande per i negozi del luogo, decidono di recarsi in un bordello.

Cesar (evocatore): prima di entrare mi casto “Ingrandire” e “Resistenza” (eheh)

Landok (guerriero): mago – cos’è – hai paura di non farcela?

Cesar: casto anche su Landok…”Velocità”

 

PERMANENZA

Cesar (evocatore) chiede insistentemente al master quanto manca al passaggio di livello.

Master: immagino tu abbia fretta di imparare qualche incantesimo.

Cesar: voglio imparare “permanenza”

Master: bravo! Pensate quante cose Cesar potrà fare per il gruppo.

Landok (guerriero): “scurovisione”…

Master: permanente!

Nibel Galla (ranger): “invisibilità”…

Master: permanente!

Tonfo (gnomo ladro): “movimenti del ragno”…

Master: permanente!

Cesar: “capigliatura”…

Master: perman…

 

FIDUCIA NELLE ARTI MAGICHE

Nibel Galla (ranger) e Cesar (evocatore) stanno architettando un piano per liberare Tonfo (gnomo ladro) e Landok Feras (guerriero), arrestati per furto e strage (ben 9 soldati trucidati) e dunque condannati a morte.

Dopo lungo tempo in cerca di una decisione, il Master suggerisce una possibile soluzione sulla base dell’idea di pagare un finto riscatto.

Master: non vorrei intromettermi ma Cesar è anche un mago illusionista…

Silenzio.

Tonfo: nel senso che ci ha illuso di essere un mago?

 

PENNELLI LIBIDINOSI

Durante il gioco, il master è attirato dall’astuccio da disegnatore di Tonfo.

Master: e questi che sono?

Tonfo: pennelli

Master: ah, e perché sono bagnati?

Tonfo: eh, vuol dire che li sai usare bene…

 

RICERCHE MAGICHE

Cesar (evocatore) è alla ricerca di prove per scagionare il compagno Nibel Galla (ranger) ingiustamente accusato d’omicidio.

Decide di utilizzare le sue arti magiche per intrufolarsi nel palazzo del capo delle guardie, vero mandante dell’omicidio.

Master: dimmi come intendi procedere.

Cesar: casto “invisibilità” e “forma gassosa”.

Master: bene! Ti aggiri intorno al palazzo sotto forma di nuvola invisibile.

Cesar: entro nella stanza della figlia del capo delle guardie (ndr il morto era suo promesso sposo).

Master: è un po’ difficile trovarla tra tante.

Cesar: seguo il rumore di singhiozzi e pianto.

Master: (!?)facciamo che la trovi và… volteggi nella stanza e vedi la fanciulla riversa sul letto, in lacrime.

Cesar: [con voce stentorea] giovane, non piangere.

Fanciulla: chi è?

Cesar: sono un amico. Tu non puoi vedermi ma attraverso la mia voce saprai la verità. Il tuo promesso sposo è stato assassinato da tuo padre.

Fanciulla: come fai a dire una cosa del genere?

Cesar: io so tutto…oh oh oh! Dai, asciugati le lacrime, va nella stanza di tuo padre e cerca le prove per scagionare Nibel Galla.

Fanciulla: a che ti servono le prove se sai già tutto?

Cesar: inutile e piagnucolante fanciulla. Se non ti avessero già ucciso il ragazzo lo avrei fatto io.

(Cesar esce dalla stanza lasciando improperi contro la ragazza)

Master: bene. che fai?

Cesar: entro nella stanza del capo delle guardie.

Master: ce ne sono tante, come pensi di capire qual è?

Cesar: beh, è un cospiratore!

Master: …

Cesar: seguo il rumore di bisbiglio.

 

DALLA PADELLA ALLA STRAGE

Tonfo (gnomo ladro), nella sua nobile impresa di derubare una ricca casa, chiede supporto armato di Landok Feras (guerriero).

Tonfo: allora siamo d’accordo. Entro, rubo ed esco. Se mi senti gridare AMBROGIO, sfondi il portone principale, mi prendi e fuggiamo.

Landok: ricevuto.

Neanche a dirlo; dopo una manciata di tiri sfortunati, Tonfo si trova legato e malmenato dalle guardie della villa. Il grido “AMBROGIO” risuona tra un pugno e un ceffone.

Landok irrompe dal portone principale e comincia a seminare panico e morte tra le guardie.

Elimina 10 soldati e un cane, poi si arrende.

Nibel: perché ti sei consegnato? Potevi continuare a picchiare duro.

Landok: beh, ho visto che Tonfo non era in pericolo di vita.

Cesar: certo! Se prima poteva essere accusato solo di furto, ora vi possono giustiziare per strage.

 

RESET TOTALE

Durante una concitata azione di combattimento.

Master: ok, Landok attacca il cavaliere.

roll* 20

Landok: preso.

Master: mmh, faccio una prova di addestrare animali per vedere se cade.

(tiro superato con successo critico)

Master: mannaggia, avrei dovuto fare una prova di cavalcare.

Landok: (tirando in aria le schede) A MONTE!

Master: cosa a monte? ritiro la prova…

Landok: no, a monte tutta la campagna!

 

SCUOLA DI CAVALLERIA

Landok Feras incontra fortuitamente una vecchia conoscenza del gruppo, lady Faye.

Master: Landok, la prima cosa che noti è che ha smesso gli abiti da principessina tutta pizzi, cappellini e ombrellini. E’ vestita da avventuriera. E’ molto graziosa.

Landok: Faye, lo sai che vestita così sembri più figa?

Faye: Ser Landok, da quale insulsa scuola di cavalleria siete stato cacciato?

 

Giugno

MODI DI DIRE FANTASY

Partita one shot con un amico.

Master: …e il Re estrae dalla sacca il favoloso “Cristallo del Sole”

Menion Leah (ranger): Rimango Basilisco.

Master:?!

Menion Leah: Di pietra!

 

ALLA LETTERA

Landok Feras (guerriero) sorveglia un prigioniero da quasi due giorni. I suoi occhi non si sono mai staccati dall’uomo legato strettamente ad un albero.  Ha passato la notte in bianco per non farsi fregare.

Al mattino arriva Tonfo (gnomo ladro), tutto contento perché la missione di ricatto è andata secondo i piani.

Tonfo: ehilà! Landok! Abbiamo ottenuto ciò che volevamo.

Landok: …eh!…ah…ok…

Tonfo: vai Landok, ora sciogli il prigioniero

Landok: …ok…preparo l’acido…

 

CAPACITA’ (IN)NATURALI

Tonfo (gnomo ladro): mi guardo incontro!

 

SCUOLA DI CAVALLERIA#2

Ser Landok Feras (guerriero), chiamato bonariamente dai compagni “er cavaliere”, incontra nuovamente lady Faye, stavolta nelle vesti ricercate e nobili che l’hanno sempre contraddistinta.

Landok: non per essere maleducato ma vestita così “ti monterei come la panna”

Lady Faye: ser Landok, più la conosco e più penso che lei sia la cosa più distante al mondo da un cavaliere

 

ANTICHI COMMIATI CAVALLERESCHI

Il gruppo di eroi prende commiato dal PNG storico che li ha accompagnati (e salvati) per buona parte della campagna.

ser Gunthar: le nostre strade si dividono qui. Vi auguro un buon cammino. Mi raccomando soprattutto con te ser Landok, proteggi i tuoi compagni dai pericoli come solo un cavaliere sa fare e…

Landok (guerriero): a proposito di cavalieri; mica te la cavi così!

ser Gunthar: !?

Landok: ti devo sfidare “a singolare tensione” (mimando le convulsioni)

ser Gunthar: …e a voi prego di tenere ser Landok lontano dai guai.

 

Luglio

CAPACITA’ (IN)NATURALI#2

Tonfo (gnomo ladro): osservo silenziosamente.

 

UN CLASSICO

La compagnia d’avventurieri intraprende un lungo e tortuoso viaggio a bordo di un carro chiuso.

Cesar (mago evocatore) sta studiando una sfera magica dai poteri sconosciuti.

Cesar: faccio una prova di conoscenze arcane.

Master: non riesci a scoprire niente.

Cesar: ok. Provo a castare sulla sfera un incantesimo di divinazione.

Master: la sfera pulsa e si ingrandisce un poco.

Nibel Galla(ranger): provo anche io a castare sulla sfera.

Master: non ottieni risultati.

Tonfo (gnomo ladro): io provo a toccare la sfera.

Master: senti un lieve malessere.

Landok Feras (guerriero): anche io voglio toccarla.

Master: ok…un attimo! Se siete tutti dietro…chi guida il carro?!

 

Agosto

AGGIORNAMENTO (CON BUG)

A seguito di un agguato nella gola di un canyon da parte di malviventi particolarmente vendicativi, ser  Landok Feras (guerriero) e Cesar (evocatore) passano a miglior vita.

Nibel Galla (ranger) e Tonfo (gnomo ladro) non si arrendono alla dipartita dei compagni e, sicuri del denaro in loro possesso, si dirigono verso il rifugio di un druido che si dice sia in grado di riportare in vita i morti.

Arrivati sul posto – un boschetto un po’ malsano con laghetto putrescente al centro – fanno la conoscenza del druido, sotto forma di serpente gigante.

Il potente incantatore non accetta denaro in cambio dei suoi servigi ma impone sul petto dei nostri eroi un marchio maledetto.

Segue il rito di reincarnazione: fagocita prima ser Landok che dopo un’oretta circa

viene risputato sotto forma di un elfo.

Poi è il turno di Cesar. Il druido/serpente sputa un ragazzino lentigginoso con i capelli rossi.

Nibel: Cesar! Ti senti bene?

Cesar: non chiamarmi più così…non sono più Cesar…chiamatemi Cesar 2.0

 

HIGHLANDER

Si sa’, la reincarnazione può dare alla testa e Cesar (evocatore) non sfugge a questa regola.

Cesar: buahahah! sarò l’unico mago dalla veste e dai capelli rossi

Master: nel mondo ce ne saranno sicuramente altri.

Cesar: ne rimarrà soltanto uno

 

IL CORTEGGIAMENTO DEL SER CAVALIERE

Landok Feras (guerriero), al contrario del compagno Cesar, acquisisce pian piano la consapevolezza del proprio corpo mingherlino da elfo.

Master: una signora ti guarda incuriosita per la strada.

Landok: le lancio uno sguardo sensuale.

MAster: ricordati che ora sei un elfo.

Landok: ah già! Le grido: ”Vuole leccarmi le orecchie?”

 

MENOMAZIONI RAPIDE

Master: fatemi un tiro su Ascoltare e uno su Osservare

roll*

Landok Feras (elfo guerriero): Ascoltare 16, Osservare 23

Nibel Galla (ranger): Ascoltare 27, Osservare 25

Cesar (evocatore): Ascoltare 22, Osservare 29

Tonfo (gnomo ladro): Ascoltare 2, Osservare 1

Master: eh, Tonfo…sei sordo e cieco!

 

GOLIARDIA DA MASTER

Il gruppo si confronta con il terribile marchio che il druido ha impresso sui loro corpi e sulle possibili implicazioni nelle loro avventure.

Master: Avete un sigillo maledetto sul petto, dovreste capire che minaccia incombe su di voi…

Cesar (evocatore): guardo il sigillo che ho sul petto per capire se ne conosco le proprietà magiche

roll*1

Master: stai per guardarti il petto quando, all’improvviso, spunta un tipo, indica il tuo petto e ti fa: “ sei sporco qua”.

Abbassi la testa e lui ti da una schicchera sul mento. Poi il tipo svanisce.

Tonfo (gnomo ladro): non è poi tanto terribile questa maledizione.

 

UN CLASSICO#2

Il gruppo continua a interpellare la sfera magica dai poteri sconosciuti.

Dopo ripetuti tentativi da parte di Cesar (evocatore) e Nibel Galla (ranger), gli unici fruitori di magia, ser Landok Feras (elfo guerriero) si spazientisce, si siede davanti alla sfera, la prende tra le mani e pone una domanda schiocca.

Master: tiro salvezza sulla volontà, prego

roll*4

Master: svieni

Tonfo (gnomo ladro): lo sveglio a suo di schiaffi

Master: ti svegli di soprassalto

ser Landok Feras: che succede? che è stato?

Master: Landok, hai ancora la sfera tra le mani…

ser Landok Feras: …

Master: tiro salvezza sulla volontà, prego

roll*6

Master: svieni di nuovo

 

SENSIBILITA’

Nibel Galla (ranger) interroga la sfera magica dai poteri sconosciuti e sviene per lo sforzo.

Il suo sonno si prolunga per più di dodici ore e il gruppo, fortemente scosso, cerca di risvegliarlo in ogni modo senza successo.

Cesar (evocatore): non posso vederlo in questo stato

ser Landok Feras (elfo guerriero): che possiamo fare?

Cesar: casto invisibilità sul letto

 

LOGICA DEL LADRO

Il gruppo cerca di ingaggiare Bayken, una nota mercenaria, per farsi aiutare.

Essendo a corto di denari, Tonfo (gnomo ladro) si offre di derubare qua e là.

Bayken: rubare è disonorevole

Tonfo: e uccidere?

Bayken: lo è solo se non c’è un motivo valido

Tonfo: e rubare per fame…di denaro?

 

ELABORAZIONE RAPIDA DEL LIBRO

Mentre stanno per partire dalla locanda “Del viandante morto male”, i nostri eroi si imbattono in un cavaliere solitario che riconoscono subito essere un vecchio servitore della famiglia Feras.

Dopo le prevedibili resistenze del buon servitore nel riconoscere il suo padroncino Landok nelle forme di un elfo gracilino, l’uomo rivela il suo messaggio.

Servitore: padron Feras, porto notizie funeste…vostro padre è morto

*pausa drammatica.

Tutti i pg guardano Landok, pronti a sostenere il suo dolore.

ser Landok Feras: quindi è tutto mio?

 

Ottobre

LA SAGGEZZA DEL LADRO

Tonfo (gnomo ladro): Non giudicare gli abiti da un monaco.

 

QUESTIONE DI TATTO

Il gruppo, accompagnato dalla mercenaria con un braccio solo Bayken, arriva in prossimità di un fiume.

Nibel Galla (ranger): dobbiamo trovare il modo per attraversarlo

Bayken: si, da qui è quasi impossibile

Landok Feras (elfo guerriero): ma che dici Bayken! DUE BRACCIATE e siamo dall’altra parte!

 

INSOSTENIBILE

Il gruppo sta dando il meglio di se durante un aspro combattimento.

Nibel Galla (ranger), gravemente ferito, duella con un cavaliere.

Tonfo (gnomo ladro), da posizione defilata, lancia coltelli micidiali. Cesar (evocatore), con le sue 6 copie speculari, bersaglia gli avversari di dardi incantati.

E Landok Feras?

Master: vai Landok, tocca a te.

Landok: (guarda concentrato la scheda) voglio usare ‘sto talento qua – attacco poderoso –

Master: ok!

roll* critico

roll* confermato

Landok comincia a sommare i danni (spaventosi) inflitti agli avversari e il Master impreziosisce l’evento con una descrizione raccapricciante.

Master:..il sangue zampilla e inonda il campo di battaglia. Non avete mai visto una cosa del genere. Cesar – due delle tue immagini speculari svengono.

CHIARIMENTI INUTILI

Master: il bordello della città e chiamato “il castello di giada”…perché la proprietaria si chiama Giada.

 

STRANI VERSI

Master: sentite il NITRATO del cavallo

 

NELLA GROTTA DEL FORNAIO

Master: avvertite un lieve LIEVITO di vento

 

NON QUELL’ESPERIENZA

Master: un idra a 9 teste emerge dalle acque del lago e vi scruta con i suoi 18 occhi famelici.

Le vostre riminiscenze vi portano ai racconti attorno al fuoco in cui si parlava di queste creature mostruose.

La bestia ha un aspetto antico e vi fa pensare che per batterlo dovrete utilizzare tutta la vostra esperienza.

Landok Feras (elfo guerriero): mago! E’ ora di castare “Freccia acida di MILF”

 

FRAINTESO

Master: arrivate nei pressi di un lago piuttosto grande. E’ buio e, in mancanza di luce lunare, l’unico movimento che scorgete è quello delle lucciole che…

Tutti in coro: QUANTO VOGLIONO?

 

SI DICHIARA (SEMPRE)

Il gruppo si addentra in quello che sembra essere un altro piano di esistenza. Dopo aver vagato per la foresta gli si presenta uno spiazzo abbastanza ampio. Purtroppo un pianta sconosciuta la infesta.

Il gruppo si fa guardingo perchè l’erba è tanto alta da superare le loro teste…Tonfo (gnomo ladro) ne è fagocitato.

Nibel Galla (ranger): provo a toccare le foglie…

Master: niente

Nibel Galla: la taglio…

Master: secerne una linfa traslucida ma niente

Nibel Galla: sento qualche odore strano?

Landok Feras: (sovrappensiero) ah – scusate – sono stato io

 

Novembre

56K

Master: Il terreno è disconnesso…

Cesar (evocatore): …deve essere il cavo del modem.

 

TRASFORMAZIONI VIP

Nibel Galla è stato appena risucchiato da un corrente invisibile all’interno di un laghetto. I compagni si organizzano per salvarlo.

Cesar (evocatore): casto “Alterare se stesso”. Mi faccio crescere mani e piedi palmati e le branchie.

Master: sotto i vostri occhi stupefatti, assistete al prodigio di Cesar che si trasforma in…Kevin Costner di Waterworld

 

ABILITA’ CULINARIE

Master: il mostro ha l’abilità “Portata”…

Landok Feras (elfo guerriero): primo, secondo o dessert?

 

CORO DI SOSTEGNO

Cesar (evocatore) è impegnato in un aspro combattimento con una bestia distorcente.

Cesar: casto “immagine speculare”…roll… siamo 6 Cesar ora

Master: la bestia ha tre attacchi: roll… prima illusione sparisce, roll…anche la seconda, roll… saluta la terza

I compagni in coro:”Se prima eravamo in 6 a combatter la distorcente, adesso siamo in 3 a combatter la distorcente…adesso che siamo in 3 a combatter la distorcente e meglio se scappiamo se no qui finisce maleeeee!”

 

Dicembre

UN GUERRIERO PREPARATO

All’ennesima spiegazione di come si fa un attacco di “sbilanciare” e “spezzare” il Master sbotta.

Master: sei un cavolo di guerriero! Dovresti conoscere la sezione combattimento del manuale a memoria

Landok Feras (elfo guerriero): la so…ma non lo do a vedere.

 

I CONSIGLI DELLO GNOMO

Nibel Galla (ranger): devo scegliere un nuovo “nemico prescelto” per applicare i bonus aggiuntivi di attacco. Master, che mi consigli?

Master: per come evolverà la campagna ti consiglio di dare un occhiata agli “Esterni”…

Tonfo (gnomo ladro): …si, comincia con il giardino.

 

Parola del potere “Proporzioni”

I nostri eroi sono ospiti di un entità magica che ha come servitore un costrutto. Landok Feras(elfo guerriero) ovviamente finisce col litigarci.

Landok: te pigliasse un malore

Costrutto: mi dispiace deluderla ma non possiedo un ECOSISTEMA (organismo n.d.r.)

Landok Feras: ma quanto c***** è grosso ‘sto costrutto?

 

Il gioco di ruolo nuoce gravemente ai neuroni – parte sesta

Un anno ricco di baggianate; un’ottima annata.

IL TATTO DI UN GUERRIERO (una scusa buona per tutto)

Il gruppo, con l’aggiunta del nuovo arrivato Cesar (evocatore), riceve la libertà condizionata dal capo dei ladri; la libertà di svolgere una missione per suo conto e la condizione di avere Percy (fratello di Landok) in ostaggio.

Il gruppo confabula per circa 8 secondi riguardo al da farsi, poi si divide per prepararsi all’azione:

Nibel Galla (ranger) e Tonfo (ladro) si dirigono nel luogo della missione, una casetta/archivio presidiata dalle guardie, per verificare la difficoltà dell’impresa: entrare – possibilmente senza essere visti, feriti, catturati, torturati e ammazzati senza pietà – e uscire con il bottino.

Landok (guerriero) decide saggiamente di andare dall’illustre padre per racimolare qualche soldo. Al seguito il neo compagno Cesar.

Landok entra nel salotto di casa Feras interrompendo il colloquio tra il padre e il chierico Gunthar, primo datore di lavoro di Landok.

Lord Feras (master): figliolo, che fine hai fatto, è da una settimana che sei tornato e non ti sei mai degnato di dormire a casa (i pg guardano alternativamente Landok e la colonna delle Mo delle loro schede con le fiamme negli occhi).

Landok: eh si, ho avuto molto da fare…

Gunthar (master):: starete certamente racimolando soldi per l’imminente viaggio.

Landok: ceeeerto…

Gunthar (master):: ma, dov’è Nicodemo? ho alcune questioni di cui parlargli.

(i personaggi si guardano preoccupati. Uno con le mani nei capelli, un altro si copre gli occhi, un altro ancora cerca uno spigolo per sbattere la testa;scene di panico)

Landok: ehm, Nicodemo é…purtroppo ha avuto un malore. (applausi dei compagni)

Lord Feras (master): e Percy, il tuo fratellino, come mai non è con te?

Landok: mah, guarda, purtroppo ha avuto un malore anche lui…insomma, potrebbe averlo, comunque non se la passa bene.

[dopo essere usciti semi indenni dal colloquio con Lord Feras.

Cesar (evocatore): beh, dai, è andata bene! Ora prendiamo il tuo cavallo e andiamo dagli altri.

Landok: …

Cesar: ma tu non avevi un cavallo?

(lasciato legato ad un albero poco fuori dal prima dungeons esplorato dai pg)

Landok: si, ma purtroppo ha avuto un malore…]

 

ARMI ESOTICHE

Landok: potrei vendere qualcosa per racimolare denaro, tipo la mia spada da corsa…

(prossimamente su Voyager le meraviglie di questa arma esotica)

 

CULTURA PER TUTTI

Cesar (evocatore): voglio cercare un posto d’aggregazione, per studiare in pace e magari copiare qualche libro di incantesimi preso in prestito.

Master: certo, e secondo te esiste un luogo del genere…

Cesar: non c’è una biblioteca comunale in questa città?

 

GUERRIERO MISOGINO

Un Landok duramente malmenato riprende i sensi.

Si trova in un rifugio segreto al cospetto di una donna drow e della sua guardia del corpo.

Master: ti svegli su una brandina.

Landok: che vedo?

Master: un uomo che spazza in terra e una donna seduta al tavolo. Che fai?

Landok: dico – non sono le donne che dovrebbero spazzare?

 

MEGLIO ESSERE SICURI

Landok comincia a ricordare gli accadimenti della notte precedente in cui lui e Nibel, feriti, sono scampati alle guardie.

Landok: dov’è Nibel?

Elfa scura: E’ di là, riposa…

Landok: …in pace?

 

A PROPOSITO DI FOBIE

Master: piove!

Landok: io ho la fobia per l’acqua…

Master: ho capito ma hai paura delle grandi distese d’acqua mica delle pozzanghere!

Nibel: non hai scuse, ora devi farti la doccia.

Tonfo: quindi non hai mai bevuto acqua. Come hai fatto tutti questi anni?

Landok: fortuna che c’è il vino

 

ATTINENZA STORICA

Il gruppo scopre che un loro elemento, Cesar (mago evocatore), è stato fatto prigioniero e stanno valutando il da farsi con il chierico Gunthar.

Gunthar (master): la situazione è spinosa. Cesar ha detto di conoscerti, Landok, e questo ti implicherebbe come complice del furto della scorsa notte.

Landok: è la sua parola contro la mia.

Gunthar: preferisci che lo torturino per farlo parlare? Ti ricordo che siamo nel medioevo…

 

MANI BUCATE

Landok incontra il padre al palazzo di famiglia.

Tork Feras: tu cosa ci fai qui? Hai finito di far danni in città!

Landok: padre, ho bisogno di un’armatura

Tork Feras: ti ho dato 200 Mo l’altro giorno.

Landok: (legge la scheda) non è vero.

Tork Feras: le avrai spese a modo tuo…

Landok: (leggendo la scheda) non ho monete; qui c’è scritto: catena d’oro, bardatura per cavalli, anelli d’oro, un tappeto pregiato…

 

MISURE DI DETENZIONE ESAGERATE

Un nuovo personaggio fa il suo ingresso in scena (Nano figlio di nani della tribù dei nani, nessuno gli ha chiesto ancora il nome) passando direttamente dalla prigione; il master si prodiga in descrizioni:

Dm: Nello scantinato buio e maleodorante ci sono le prigioni. Vieni condotto a forza da un orco che senza tanti complimenti ti scaraventa tra il pagliericcio sudicio. Davanti alla tua cella ne vedi una simile, all’interno un uomo é inchiodato al muro.

Nano: e che ha fatto?

Dm: no, vabbé, é incatenato al muro.

POTERE DEL VERBO

NanoACuiNessunoHaMaiChiestoIlNome (chierico) ingaggia una lotta con il carceriere per liberarsi dai ceppi che lo imprigionano.

Con un tiro fortunato di dado riesce a liberare le mani e sfodera subito il suo potere magico.

NanoACuiNessunoHaMaiChiestoIlNome: casto Comando per farmi dare la spada dal carceriere.

Dm: deve essere un verbo.

Nano: mmmh, armami.

BRILLANTE IDEA

Landok Feras (guerriero) é braccato dalle guardie cittadine. Si agira tra i vicoli cercando di passare inosservato (il che é difficile, visto che é universalmente riconosciuto come figlio di un senatore importante della città).

Compagni: rimani nascosto e cerca di coprire il volto.

Landok: giusto! Lo trovo un elmo steso ad asciugare?

PIANI CONTORTI E IRREALIZZABILI

Dopo un lungo conciliabolo, i nostri prodi Nibel Galla (ranger), Tonfo (gnomo ladro) e Landok Feras (guerriero) si lanciano al salvataggio del compagno Cesar (evocatore).

Il piano é irrompere nel piazzale delle esecuzioni e strappare Cesar dalla forca.

Cesar é legato a un gancio di ferro sul muro,in attesa del suo turno.

Landok é alla guida del carro adibito a mezzo di fuga.

Landok: lancio il carro a folle velocità contro il muro e appena posso mi lancio.

Cesar: ma sei impazzito! Ci sono io al muro.

Nibel: guarda che i cavalli non sono come una macchina; si fermano.

Tonfo: ti aspetti pure che esploda?!

Landok: vabbé, che ne so io. Non ho mai guidato un cavallo prima di oggi

 

QUEL SENSO DI PROTEZIONE

Tonfo (gnomo ladro) é stato eletto a custode dei danari appena guadagnati durante la missione.

Conscio della sua debolezza in caso di rapina e certo di un colpo gobbo da parte del Master, assolda una guardia del corpo.

Guardia: per la cifra che mi hai dato, accetto di farti da scorta. Cosa devo fare messer gnomo?

Tonfo: … CIRCONDAMI!…

SIMPATICHE SACCHE ESPLOSIVE

Dopo mille peripezie, Tonfo (gnomo ladro) e Ta-argh (nano chierico) riescono a giungere presso la loro stanza in locanda; incolumi e con tutto il denaro incassato dalla loro ultima missione.

Ovviamente neanche il tempo di addormentarsi che un trio di ladri fa irruzione nella loro stanza.

Master: dai letti dove vi trovate coricati vedete tre uomini dal volto incappucciato. Sono sopra di voi.

Ta-argh: mi alzo in piedi e brandisco…il cuscino

Master: per quanto possa far paura un nano in mutande che brandisce un cuscino, i tre sguainano i coltelli.

Ladri: state fermi e non vi faremo del male. Vogliamo solo l’oro

Tonfo: Trovato! Nel mio zaino c’é una sacca esplosiva, se la pesto con forza posso farla esplodere.

Master: ma morireste tutti!

Tonfo e Ta-argh: meglio morire ricchi che vivere poveri (in coro)

roll*1 – Master: niente da fare. Scalci come un galletto ma non si rompe niente, riesci solo a far irritare uno dei ladri che tenta di colpirti con il pugnale…

roll*1 – Master: …inciampa…

roll*1 - Master: …sbatte di testa sul tuo zaino…

roll*1 – Master: …che deflagra

 

DISLESSIA DA SHOCK

Dopo l’esplosione della loro stanza in locanda, Tonfo (gnomo ladro) e Ta-argh (nano chierico) ricevono le prime cure e l’immediata visita delle autorità.

Guardia: cosa é successo qui?

Ta-argh: siamo stati cercati di essere derubati

Guardia: ma come parla?

Ta-argh: ehm, sono un po’ agitato

 

GIOCARE DI RUOLO

Nibel Galla (ranger) cerca cure magiche dal compagno Ta-argh (chierico nano).

Ta-argh: casto cura ferite moderate; tiro 2 d 8 più…

Master: questo potrebbe essere un buon momento per “impersonare” il tuo chierico.

Ta-argh: c’hai ragione. “Kiri-jolith, damme na mano a riacchiappa l’amico mio…”

 

SNOBBANDO INCANTESIMI

Dopo un aspro combattimento, il chierico Ta-argh scorre la lista dei suoi incantesimi

per decidere quale convertire a cura.

Ta-arh: “zona di verità” che incantesimo di M

Più tardi, la compagnia é di fronte al capo dei ladri traditori, Davis, che sta

tenacemente mantenendo i personaggi all’oscuro dei suoi piani.

Davis: …in fondo, ognuno ha i suoi segreti, eh eh.

Ta-argh: eh eh, casto “zona di verità”… doh!

 

OCCHIO NON VEDE

Il gruppo sta facendo irruzione nel covo dei ladri per spodestrare il loro comandante.

Si inoltrano silenziosi tra le stanze cercando di non farsi scoprire.

Dopo aver “steso” una guardia.

Tonfo (gnomo ladro): questo é ancora vivo. Che faccio lo ammazzo?

Ta-argh(nano chierico): non posso, il mio allineamento me lo impedisce.

Cesar (evocatore): ma é nostro nemico!

Ta-argh: vabbé, facciamo che mi giro un attimo e…

 

DARE UNA MANO

Il mago evocatore Cesar decide che, per essere utile al gruppo, deve farsi spacciatore

di oggetti magici “self made”.

Decide di iniziare con “ La mano del mago”.

Cesar: Master, voglio procurarmi il necessario.

Master: puo facilmente ottenere tutto tranne la mano mummificata di un elfo

 

(nota: da questo momento ogni azione ha visto l’intervento di Cesar ad esclusivo intento di ottenere una mano elfica; uno spietato metagame!)

 

Cesar: di che razza siete voi altri? (rivolto al gruppo)… la mano di uno gnomo può andare bene?

 

Nibel galla (ranger) incontra un elfa scura.

Cesar: chiedile la mano

 

Nibel Galla e l’elfa combattono contro un mostro.

Cesar: fatti dare una mano

 

L’elfa é ferita gravemente e sviene.

Cesar: Nibel, ricorda…la mano.

Nibel: ma la vuoi smettere!

Cesar: io lo dico per te. Non vuoi un ricordo della tua compagna?

 

IL MACELLAIO

Il gruppo entra in una stanza scoprendo che all’interno si è appena compiuto un massacro di elfi.

Il buon Cesar (evocatore), memore del suo intento di trovare una mano elfica, si dirige lesto verso uno dei corpi e prendendone la spada si diletta a staccargliene una.

Nel mentre, il resto del gruppo – più pragmaticamente – ispeziona la stanza.

Nibel Galla (ranger): non vi sembrano strani tutti questi morti?

Ta- argh (chierico): ci deve essere stato uno scontro piuttosto cruento.

Tonfo (gnomo ladro): un attimo! Non vedo tracce di sangue sulle armi degli elfi.

Cesar: ma che dici! La spada di questo elfo gronda sangue…ah no, è il suo.

 

UN OSSO DURO

Ta- argh (chierico) è impegnato in combattimento con un gruppo di scheletri.

Grazie all’incantesimo “forza di toro”, spadroneggia sui cumuli di ossa con il suo mazzafrusto.

Dopo un poco di fronte a lui rimane solo uno scheletro malconcio.

Ta-argh: mò me vojo divertì! Disarmo lo scheletro.

Master: ok fammi una prova di forza

Ta-argh: dai Master, ma che davero? Contro uno scheletro? C’ho pure la forza di toro…

roll*1

Master: lo scheletro ti ha disarmato… con le sue braccine graciline.

 

TA-ARGH, CHIERICO DEL 118

Vogliamo ricordarlo così con la sua straordinaria incapacità di avere paura. Ogni scontro difficile si trasformava in baggianata, e viceversa, ogni derelitto che osava intralciare la sua strada si trasformava in sfida impossibile.

Lo ricordiamo diffondere cure come un discount del pronto soccorso per poi rimanere in balia degli eventi, lasciato solo da quei compagni curati qualche istante prima.

I compagni, indecisi se resuscitarlo o condannarlo alla dannazione, posero.

 

IL GIUSTO POSTO

Finalmente i nostri eroi riescono a portare a termine la missione:

Dopo aver ucciso un numero imprecisato di innocenti, trucidato ladri ormai arresi, essere stati umiliati da mostri casuali e aver più volte sfiorato la morte, ricevono elogi e onori che (de)meritano.

Si fa gran festa a casa di Landok Feras (guerriero); il figlio che si credeva morto è tornato sano e salvo.

Landok Feras: padre, dove ci sediamo i miei amici ed io?

Tok Feras: ho fatto preparare una tavolata “appositamente“ per voi…

Landok: (ai compagni) visto che trattamento ci riserva mio padre!

Tok Feras:… insieme ai bambini.

 

PARLARE IN PUBBLICO

I senatori si riuniscono per discutere dell’intrigo politico svelato (casualmente) dai nostri.

Master: Landok, ti faccio notare che in quanto figlio di un senatore, nonché implicato nella faccenda, puoi fare un intervento.

Landok Feras (guerriero): non so che dire.

Master: (infastidito) potresti proporre una onorificenza per Nibel Galla (l’unico a seguire un filo logico dall’inizio della campagna, n.d.r.)

Landok: ok. aehm!…vorrei dire una cosa.

Tok Feras: parla figlio mio, e sappi che tutto il consiglio qui presente ti ascolta attentamente.

Landok Feras: Ehm…dov’è il bagno?

 

GOLIARDIA

Master: davanti a voi c’è una grossa nave con tre alberi.

Cesar (evocatore): un melo, un arancio e un pesco.

 

MEDITAZIONE

Master: vi aspetta un lungo viaggio, almeno due settimane. Che fate?

Landok Feras (guerriero): la prima settimana penso a cosa fare la prossima settimana.

 

L’ESSENZA DEL GUERRIERO

Landok Feras: mi guardo con sguardo guardingo

 

GUERRIERO VS DESCRIZIONI

Master: entrando nella stanza trovi un cadavere appeso ad una corda; la testa è innaturalmente piegata…

Landok Feras: ehi, qui c’è un impiccato senza testa.

 

ABILITA’ COMBINATE

Al passaggio di livello Landok Feras sceglie le abilità (queste sconosciute)

Master: il guerriero può prendere, ad esempio, “addestrare animali” oppure “scalare”…

Landok Feras: ok prendo “scalare animali”

 

MANCANZA DI CALCIO

Master: Nella vostra stanza entra ser Gunthar con il suo fido scudiero, un giovane con il codino…

Landok Feras: ah! Roberto Paggio

 

MASSIMA DEL GUERRIERO

Vincendo per la prima volta il tiro di iniziativa.

Landok Feras: chi si muove per primo, si muove due volte.

 

PRONTO SOCCORSO FATALE

Una durissima battaglia coinvolge la nave su cui viaggiano i nostri eroi. Landok Feras cerca di farsi strada fino alla cabina del capitano per aiutarlo.

Giunto alla cabina scopre il capitano riverso a terra ricoperto di ferite, poco distante nella stessa condizione il suo vice. Nessun nemico in vista; decide di intervenire.

Master: prova di guarire sul capitano

Landok Feras: roll*1

Master: sta benissimo! Prova anche sul vice

Landok Feras: roll*1

Master: benone! Il vice dorme

Nibel Galla (ranger) arriva prontamente alla cabina del comandante.

Master: ad una rapida occhiata capisci che la situazione dei due è disperata. Stanno morendo dissanguati.

Nibel Galla: Landok, perché non li curi.

Landok Feras: …ma stanno benissimo!

Master: tiro su percepire inganni.

Nibel Galla: roll*1

A guardarli meglio, sono apposto.

 

PREVENZIONE

Storpiando il famigerato libro dei draghi.

DRAGONOMIFON

(Landok Feras: ricordatevi che questo è il mese dell’udito)

 

LOGICA INFALLIBILE

I nostri eroi visitano l’arena dove una guida si prodiga a raccontare le gesta dei campioni passati.

Guida: abbiamo allestito un’ala che ospita le statue di tutti quelli che hanno vinto il torneo.

Tonfo (gnomo/ladro): e quelle tre statue isolate

Landok Feras: logico, quelli ne hanno vinte molte più di una…almeno due.

 

DETTAGLI MACROSCOPICI

I nostri eroi visitano l’arena, in particolare l’ala che ospita le statue dei vincitori delle passate edizioni.

Guida: … e questa è la statua raffigurante il Distruttore.

Nibel Galla (ranger) si ferma davanti una statua enorme di un guerriero corazzato.

Nibel: ma noi lo abbiamo incontrato.

Master: no, voi avete incontrato il Massacratore.

 

Cibo per l’apocalisse

“Il lavoro prima di tutto soprattutto in tempo di crisi” e poco importa se la crisi é data da un’invasione zombie o dai mercati; lavora o muori!

Interactive zombie movie adventure – DELIVER ME TO HELL – REAL ZOMBIES ATTACK

Il gioco di ruolo nuoce gravemente ai neuroni – parte quinta


E’ quando pensate di essere ormai salvi dall’idiozia che questa spunta fuori dall’angolino per spruzzarvi spray al peperoncino sulle palle degli occhi. Anonimo

NUOVO GRUPPO, NUOVE FOLLIE

Landok Fheras (guerriero): ossessionato dalla sua spada bastarda – passa ad affilarla giorni e giorni fino ad avere una sottile lamina di metallo tra le mani – é il difensore del gruppo. Lui, sempre in prima linea ad affrontare nemici inferociti, frecce casuali, insulti, il tutto per qualche sporadica moneta come ricompensa.
Accompagnato da una proverbiale sfortuna con i dadi, ovviamente, e da un terrore atavico per l’acqua. Cerca il suo amore perduto…talmente perduto che dimentica di averne uno.

Nibel Galla (ranger): il suo obbiettivo segreto é diventare il prototipo del ranger perfetto. Ago della bilancia che trattiene il master dall’uccidere PG e relativi giocatori. L’unico a mantenere una parvenza di lucidità di fronte alle insidie della campagnia.L’unico ad avere una cane da galoppo pavido quanto scooby doo.

Tonfo (ladro): il non umano del gruppo. Ha un nome così lungo, ma così lungo, da necessitare di un giorno intero per dirlo tutto. Nessuno é in grado di valutare la sua altezza – che é variabile causa una triste maledizione, si accorcia ogni qual volta lo si chiama “nano”- né é possibile indovinare cosa tirerà fuori dalle sue sacche da inventore.

Nicodemo II (chierico): ha preso troppo sul serio il suo allineamento (neutrale malvagio). Millanta poteri di guarigione ma non é mai stato visto curare un compagno ferito quanto invece é stato colto a torturare nemici già arresi o sfidare mastodontici minotauri con sfottò da osteria.
Ha la capacità innata di ficcarsi in situazioni potenzialmente mortali

Master navigato

Master: come si chiama il tuo chierico?
Personaggio: Nicodemo II
Master: e di cognome?
Personaggio: (con faccia furbesca) secondo…
Master: secondo…rispetto a chi!

L’importante é scegliere

Radunatisi in maniera del tutta casuale, i quattro si ritrovano al cospetto del mago supremo di Wyreth che gli affida la missione.
Giustarius(Master): andrete fino al confine del mondo, scortando questa ragazza, per decretare la salvezza del mondo o la sua dannazione eterna.
Nicodemo II(chierico): si ma, quanto ci paghi?
Tonfo(ladro): io non c’ho voglia!
Landok Feras(guerriero): non posso, c’é da navigare e io ho paura dell’acqua.
Al sentire le loro rimostranze il suddetto mago supremo pensa bene di costringerli con un incantesimo. Lascio immaginare le ire dei pg.
I nostri iniziano il lungo viaggio verso la città portuale più vicina.
Giunti ad una ridente cittadina elfica scoprono che una banda di hobgoblin ha fatto razzia completa, lasciando 200 corpi martoriati come segno di gradimento.
L’unico sopravvissuto si rivolge agli eroi.
Elfo: vi prego, aiutatemi a vendicare i miei fratelli.
Nicodemo II(chierico): mi dispiace, noi lavoriamo solo sotto costrizione.

Conoscenze arcane del guerriero

I nostri prodi avventurieri, dopo aspra battaglia, trovano una pergamena sul trono del boss cattivissimo che si è dato alla fuga.
Impavidi come al solito mandano Kalkus, il png minotauro, a leggere quella che potrebbe essere una trappola (sai com’è! dopo che ogni scrigno incontrato aveva minimo 6 trappole mortali, il dubbio ti viene)
Infatti, scatta la magia e il minotauro ha un eccesso di risa.

Landok Feras (guerriero): è sicuramente l’incantesimo “risata incontenibile di Tesla”
Nicodemo II(chierico): infatti è “scosso” dalle risate.

Carriera

Nicodemo II mette un braccio sulle spalle del chierico-guida Ghuntar, di almeno 25 anni in più, appartenente alla famiglia degli UTH MATAR noti eroi di Solamnia, e con fare paterno gli fa:
Ma non ti sei stancato di essere un PNG? E’ ora di crescere.

Fuoco dell’alchimista

Tonfo (ladro): fammi capire, la boccetta ha dentro un liquido infiammabile, ma l’alchimista dove sta?
Master: ?
Tonfo: come do fuoco all’alchimista se non c’é!

Un guerriero sotto stress

Prima di partire per il lungo viaggio, Landok Feras controlla il suo equipaggiamento:
Lo zaino ce l’ho, la spada bastarda é a posto, lo scudo lo metto nella fodera…

Un guerriero sotto stress #2

Landok Feras, preso da un moto di ilarità spicciola mentre si versa il caffé caldo:
ah ah, hai il termos ma non hai l’ambos!

Scontro epico

In un momento morto, leggasi ritardo spaventoso del chierico, Tonfo(ladro) e Nibel Galla(ranger) si affrontano per testare chi é il più forte.
Dopo aspro scontro Nibel Galla si trova a sopraffare Tonfo minacciandolo con la sua spada ma un sfortunato tiro di dado gli fa conficcare la spada al suolo offrendo una possibilità al piccolo gnomo.
Tonfo: e quella sarebbe una spada? Questa é una spada…
detto ciò fa per estrarre il suo spadino irrisorio, compie un ampio gesto con il braccio e
…roll…roll …1
lo spadino vola dalla sua mano e va a conficcarsi in una siepe a 10 metri di distanza.
Lo scontro é stato chiuso con un poco dignitoso pari.

Prode guerriero

Il gruppo si aggira ormai stremato in una fitta boscaglia.
Con il calare delle tenebre i nostri vedono ombre minacciose stringersi intorno a loro.
Nicodemo (chierico): impugno il martello e sfido le bestie.
Tonfo (gnomo ladro): mi nascondo nelle ombre per colpirli alle spalle.
Nibel Galla (ranger): tendo l’arco e preparo un colpo mirato.
Landok Feras (guerriero): scappo in carica!

Accoglienza materna

Il gruppo giunge dopo mille peripezie presso la casa paterna di Landok Feras (guerriero).
La venuta degli eroi é stata annunciata da una missiva da parte di un regno confinante in cui si accusavano i favori fatti al rampolo per salvarlo dall’indigenza.
Landok Feras, biecamente consigliato dai suoi compagni, ha promesso aiuti armati alla città vicina, in cambio di banale equipaggiamento, indebitando così la sua famiglia.
Master: entrando nella sala, noti subito la figura altezzosa di tua madre che ti guarda e sembra pensare…
Landok Feras: … “ben tornato figlio mio”…
Master: …ehm, più che altro “perché sei tornato figlio mio” e altre cose poco edificanti

Acquisti astuti

In un momento di tranquillità cittadina, i nostri decidono di sparpagliarsi per gli acquisti.
Dall’armaiolo –
Landok Feras: vede, ho queste due spade. Mi servirebbe una fodera che mi permetta di incrociarle sulla schiena, una roba unita, sulla schiena, mi segue, che faccia questa specie di X, così le posso estrarre comodamente
Dm: l’armaiolo ti guarda interdetto
Landok Feras: lo so che é una cosa difficile, esotica, cioé, magari ti faccio un disegno così mi spiego meglio…
Dm: l’armaiolo fruga sotto il bancone e… ti da due fodere.

Tentativi di redenzione

Il fratello di Landok Feras, Percy (potentissimo e buonissimo mago dalla veste bianca), fa la ramanzia al gruppo, criticando in particolare l’atteggiamento terroristico di Nicodemo (chierico).
Questi nel tentativo di rapire un importante furfante per poterlo interrogare ha, nell’ordine:
1) castato cecità permanente sulla guardia del corpo del furfante
2 )malmenato fino allo svenimento il furfante
3) castato infliggi ferite critiche alla guardia del corpo inerme causandogli danni devastanti
4) ingaggiato un combattimento con 7 guardie
5) dato fuoco al locale con l’ultimo alito di vita
Percy(Master): vi dico che Nicodemo é pericoloso, malvagio. Non merita le mie cure.
Landok Feras (guerriero): ma no, ti sbagli. E’ stato costretto.
Percy(Master): l’ho visto coi miei occhi distruggere un uomo inerme che lui stesso aveva reso cieco poco prima.
Tonfo (gnomo/ladro): e se lo curasse dalla cecità? lo perdoneresti?
Percy(Master): …ma é morto!…

Conversione improbabile

Nicodemo (chierico) cerca di convertire Landok Feras (guerriero) al culto di Reorx.
Per cercare un punto di contato utilizza un ciò che li accomuna; le armi.
Nicodemo: ecco Landok, saggia il martello simbolo del mio dio.
Landok Feras: bello…dove si affila?

Difesa totale

Il gruppo è penetrato in un enorme magazzino nei sobborghi della città per investigare sui loschi traffici di una banda di ladri.
Con la grazia che li contraddistingue, passano ore a vagare nella semi oscurità, inciampando ogni piè sospinto e imprecandole divinità tutte.
Il silenzio non è contemplato.
Stanchi del baccano, i su citati ladri tendono un’imboscata (approfittando della loro provvidenziale capacità di vedere al buio).
Bersagliati da una selva di frecce e ancora sotto schok per la sorpresa di essersi fatti scoprire –
[Tonfo(ladro gnomo):come è possibile? Siamo stati attentissimi.
Landok Feras (guerriero): ah, non guardare me. Non è stata certo mia l’idea di provare l’eco appena entrati…
Nicodemo (chierico) beh è una vera delusione che non ci sia.]
- insomma, presi alla sprovvista il gruppo si trova nella seguente situazione:
Nibel Galla(ranger), nascosto tra le casse insieme al PNG mago, Percy il fratello di Landok. Tentano di escogitare un piano di fuga.
Nicodemo(chierico), ricoperto da una spessa coperta ancorata a dei pesi (l’unica fonte di luce, puff!).
Tonfo (ladro, gnomo), nascosto sotto una scala. Già abbondantemente ferito da frecce assassine e asce rotanti.
Landok Feras (guerriero), fermo sulla scala, come un coniglio abbagliato dai fanali di una macchina.
Sono orami due round che viene crivellato dalle frecce.
Master: ehm, Landok, ti consiglio di fare qualcosa altrimenti rischi di fare la figura del porta spilli.
Landok: ok, mi metto in posizione di “Difesa Totale”
Master: Bravo! Dunque…”Difesa Totale”…la tua armatura sale…
Nicodemo: …e rimani nudo?

Nicodemo, il chierico che sputava in cielo.

Nicodemo II Startax. Vogliamo ricordarlo così, con il suo nome intero, quando per tutti era semplicemente “il chierico pazzo”.
Vogliamo ricordarlo per i suoi gesti di efferata crudeltà e da una fede in Reorx millantata e mai professata.
Emblematico il fatto che, ogni qual volta si è trovato ad invocare il “Favore Divino” è stato ad un passo dalla morte.
Negli occhi dei suoi compagni, ormai arresi e ammanettati, rimarrà l’immagine di un Nicodemo furioso, che si scaglia a mani nude contro un mezz’orco armato di spadone.
I prodi pugni del chierico (mai supera cifra 11 con il d20) contro il mezz’orco più votato al massacro della storia di d&d (ma tirato medo di 17 con il d20).
La testa di Nicodemo sta ancora rotolando lungo i pavimenti del magazzino, con l’ultima preghiera a Reorx a fior di labbra:
“Perché mi hai abbandonato? Perché non hai risposto alla mia invocazione?”
Reorx: scusate ero un attimo in bagno. Successo niente?

Indovina chi

Nicodemo (chierico) è deceduto e il giocatore, in fretta e furia, si produce in una nuova scheda. La partita prosegue.

Master: Tonfo, Nibel, Landok, venite denudati e sbattuti in una fredda cella.
Mentre abituate la vista alla fievole luce, vi rendete conto di non essere soli.
Landok: ehi tu? Come ti chiami?
ex Nicodemo: ehm, aspetta, ancora non ho scelto il nome.
Tonfo: descrivi come sei almeno
ex Nicodemo: ehm, dunque, sono alto 190 cm, capelli brizzolati…ah no! Scusate, quella è la descrizione di prima. Sono alto 180 cm, mingherlino, capelli lunghi…
Nibel: sei un elfo?
ex Nicodemo: si, cioè, no, sono umano.
Landok: ok, sei un muta forma!
Tonfo: ma stiamo giocando a ”Indovina chi”?

Per spezzare (le reni al)la settimana – I Love My Computer

I Love My Computer

Otto spassosissimi modi per far fuori il vostro computer, tutti originali e divertenti… anche se qualcuno un po’ pericoloso (potreste uscirne bruciacchiati, o senza più un ufficio), ma quello che possiamo assicurarvi è che in ogni caso, con le vostra eroiche gesta, conquisterete il cuore della bella segretaria.Certo, non avrete più il vostro pc, ma l’amore sarà una bella consolazione.Riuscirete duqneua a trovarli tutti? E cosa succederà ad ogni occasione?MOUSE a portata di mano, e buon divertimento. :-)


Giochi by Flashgames.it

Per spezzare (le reni al)la settimana – Whack Your Boss

Whack Your Boss

Sedici terribili modi per uccidere il vostro capo.. lo sappiamo, avete già i brividi dalla gioia e non state più nella pelle.Tutti noi, almeno una volta nella vita avremmo voluto farlo… e allora, ecco l’occasione per sfogare questo desiderio omicida in 16 diverse e bizzarre maniere.Divertente e liberatorio, vero?Ma non siate troppo cruenti!!!MOUSE a portata di mano, e buon divertimento. :-)


Giochi by Flashgames.it

Per spezzare (le reni al)la settimana – Maho Vs Zombies

Maho Vs Zombies

La tranquilla esistenza di una piccola comunità di zombie viene sconvolta dall’arrivo dei Maho. Sono degli esseri molto ‘particolari’ che, appena arrivati dallo spazio, hanno già in mente di conquistare la Terra. Proteggete il vostro pianeta dall’attacco alieno in questo divertente tower defense!Posizionate i non morti lungo il percorso nei punti più strategici e respingete l’invasione di questi strani personaggi!Si gioca con il MOUSE.


Giochi by Flashgames.it

Pagina successiva »