Dalla libreria immaginaria#101 – Il vangelo di Giuda – Alberto Vazquez

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Il vangelo di Giuda – Alberto Vazquez

Dalla libreria immaginaria#100 – Smile – Rania Telgemeier

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Smile – Rania Telgemeier

Dalla libreria immaginaria#99 – I Maestri dell’Orrore – a cura di Roberto Recchioni

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

I Maestri dell’Orrore – a cura di Roberto Recchioni

Dalla libreria immaginaria#98 – Rasputin – Massimo Grillandi

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Rasputin – Massimo Grillandi

Il gioco di ruolo nuoce gravemente ai neuroni – parte ottava

…cercando di essere eroi…continuando a farci del male…

La logica della bontà

Il gregario di Nibel Galla (ranger) – il nano guerriero di cui ci dimentichiamo l’esistenza figuriamoci
il nome – ha deciso di immolarsi per il suo capo.
Nibel Galla: non ti ho salvato la vita per poi chiederti di sacrificarti a quel
vampiro.
Pantone (bardo): ah non facciamo così; ci circondiamo di persone che ci devono la vita per poi usarli come scudo umano?

Il sogno (bagnato) di ogni giocatore

Master: allora, avete deciso cosa fare?
Belfagor (stregone): ok, noi abbiamo varie opzioni, ora te le diciamoe tu ci fai sapere qual’è la migliore!

La quintessenza della malvagità

Il gruppo stabilisce i termini del sacrificio umano per onorare il patto con il vampiro Marius.
Belfagor (stregone): posso sacrificare un bambino?
Marius: (leccandosi le labbra) sarebbe perfetto!
Belfagor: Mmmh…magari mio figlio…
Marius: eccellente!
Belfagor: farò così; metto incinta una fanciulla pura, la porto a partorire davanti a te e poi
sacrifico entrambi.
Marius: mi inchino a te principe del male.

Meglio esser chiari

Il gruppo sta combattendo contro la guardia cittadina per impedire una esecuzione. Pantone (bardo): vado verso il patibolo…non in quel senso.

Babbo ranger, pensaci tu

Master: dopo la notte in locanda, scalate 1mo ciascuno.
Pantone (bardo): non ho nulla.
Gragorth (chierico): non ho monete.
Belfagor (stregone): ho 3000mo…a no, è solo una delle mie burle.
Master: fatemi capire, non avete denaro?
Tutti: in questi casi c’è una sola cosa dafare…FUGA!
Nibel Galla (ranger): ho capito va, pago io.

Pozioni di dubbia utilità

Master: trovi una bottiglia contenente uno strano liquido ambrato. Pantone (bardo): cos’è, olio cuore? Da un +4 a saltare staccionate?

Utili conoscenze

Master: fai una prova di conoscenze arcane.
Pantone (bardo): non serve, è chiaramente un “golden retriever”!

Sfumature linguistiche

l gruppo contratta con il potente vampiro Marius i termini dell’accordo.
Marius:…e per avere i miei servigi dovete trovare e sacrificare il cuore di un uomo giusto!
Belfagor (stregone): Mmmh… il cuore di un uomo, giusto?

Desiderabili scontri

Il gruppo si addentra nel covo di un potente vampiro.
Master (dal divano): mentre seguitate a scendere lungo l’umido corridoio…passatemi il manuale dei mostri!
Gragorth del corno (chierico): tieni, il manuale degli animali dolci e coccolosi!

Allineamento definitivo

Master: che allineamento sei?
Belfagor: Legotico casuale

Bardo didascalico

Il gruppo si trova di fronte ad una porta enigma; ci sono tre clessidre vuote a completare un meccanismo a tempo.
Master: dunque, su ogni clessidra c’è una punta di spillo.
Pantone (bardo): mi pungo con ognuno di essi.
Master: le clessidre si riempiono del tuo sangue e cominciano a funzionare; ti senti molto debole.
Pantone: vi sfido a dire che non darei il sangue per il gruppo!

Causa del decesso

Belfagor (stregone) è impegnato in combattimento con un dragonico armato di pugnale.

Belfagor: casto…palla di fuoco…si.

(si procede a calcolare danni devastanti).
Master: è morto…carbonizzato.
Il resto del gruppo sopraggiunge poco dopo.
Gruppo: ma che gli è successo?
Belfagor: è morto per cause di forza maggiore…la mia!

La cultura…sullo sfondo

Master: domenica prossima non si gioca, ho la prima. Venite a vedermi in scena? Faccio il gobbo di Notre Dame.

Belfagor (stregone): e te fai il gobbo o notre dame?

Raggirare di massa (sul Master)

È circa un ora che il gruppo è fermo davanti ad una porta che si apre risolvendo un indovinello.

Master: lo so che volete solo che vi mandi contro un mostro da malmenare…
Gruppo: ma no…noi vogliamo giocare di ruolo!

L’ha presa bene

La serata di gioco salta per un imprevisto;

messaggio del bardo: eh nooo! Ora mi faccio una scheda personaggio nuova e mi suicido…così avrete un morto sulla coscienza!

La logica prestata al Gdr

Una storia vera.

chierico: pronto, chi parla?
mago: pronto, sono io.
oh ciao! che voce cupa; problemi?
a dire la verità si… è per la giocata di stasera
o cavolo, dimmi!
beh, il punto è che devo passare a prendere il master…
come al solito?!
si, e si è aggiunto anche lo stregone…
vabbè, ora perché ha il vizio di fare mille domande, assillare il master con strategie allucinanti, tediare il prossimo con discorsi senza senso, straparlare di questo e di quello…
e porto anche il vino.


il master sa già del vino?
si


di quanto vino stiamo parlando.
una cassa da 6 litri.
dannazione!
come ne usciamo?


trovato!
Useremo la logica di “capra, cavoli e lupo”.
geniale!
modestamente.
aspè!
cosa?
il contadino si muoveva in barca


e faremo una colletta per la benzina.

ecco!

La legge del master

Master: …e comunque nelle mie campagne vale il lodo “final destination”: se i personaggi scampano ad una morte certa è solo per morire in modo più elaborato e atroce successivamente.

Azioni offensive

Belfagor (stregone) deve intrufolarsi in un tempio pieno zeppo di dragonici e, malvolentieri, accetta di essere accompagnato da Pantone (bardo).

Belfagor: casto “invisibilità” su di me e poi ancora su sto s****o di bardo.
Master: Pantone sparisce mentre tu perdi l’invisibilità.
Belfagor: ma…
Pantone: sei stato offensivo!

Un nome, un destino

Master: stregone, ora che ci penso, ma il tuo pg ce l’ha un cognome?

Belfagor: certo! mi chiamano Belfagor della tristezza
Gragorth (chierico): …degli altri!

Battute dolciarie

Master: davanti a voi c’è un uomo basso, squadrato, con i capelli spolverati di bianco…

Pantone (bardo): è chiaramente un diplomatico

Avanti veloce

Comincia la sessione di gioco, dopo un lungo periodo di stop.

Giocatori: master, dove eravamo rimasti?
Master: dunque, siete sotto terra…
Giocatori: di già!

Magie generiche

Nibel Galla (ranger) è afflitto da un indebolimento causato dalla magia.

Gragorth del corno (chierico): amico, ti vedo conciato male, posso fare qualcosa per te?
Nibel Galla: Spero di si.
Master: tira su sapienza magica per capire che incantesimo lo ha colpito
roll*1
Gragorth del corno: (impone le mani) ti darò un generico…casto “aspirina”

Battute di bassa levatura#3

Il gruppo, grazie all’autorità di Nibel Galla (ranger), può contare sulle abilità di un nano guerriero (chiamato per comodità ehitunanovièunpoqua).

In attesa di attestarne lo doti in combattimento, la compagnia mostra un certo apprezzamento per altro.
Nano: Per la barba di mia madre! Con voi si vivono avventure incredibili!
Nibel Galla (ranger): già, gran bella barba…
Belfagor: già, gran bella madre…

Battute di bassa levatura#2

Master: d’improvviso un grido dall’alto. Plana su uno sperone di roccia una creatura enorme; vedete un uccello alto 9 metri…

Belfagor (stregone): …Rocco sarebbe fiero di questo uccello.

Battute di bassa levatura#1

Master: Cesar (evocatore), data per permanente la tua cecità, ti consiglio di richiamare un famiglio…un cane direi!

Il tempo di gioco e altri misteri

Belfagor (stregone): master, visto che è un mese che non giochiamo, ho recuperato qualche punto ferita?

 

Mai deridere il master

Master: la guardia ti attacca con il suo spadino.

Landok: se, ho fatto in passo indietro di 1 metro e mezzo, mi vuoi dire che ha portata?
Master: no, però si è portato gli amici.

La strana coppia

Il gruppo ha accolto un nuovo membro, il cavaliere del giglio Damian. Il più contento è Landok Feras (guerriero).

Master: avete del tempo da passare in città.
Tonfo (ladro gnomo): cerco un alchimista.
Nibel Galla (ranger): cerco un fabbro.
Damian e Landok: noi ci affiliamo le spade…reciprocamente.

Ridere per rispetto

Master: dovete fuggire velocemente da questo posto. Suppongo usiate i cavalli già sellati nella stalla…tu, Tonfo (gnomo), SU-PONY!

La strada giusta

Master: il corridoio ha un’aura sinistra.

Gruppo: vabbè, noi passiamo a destra.

Immedesimarsi

Master: sentite un rumore sordo.

Landok Feras (guerriero): eh?

Presagi

Il party, al solito, perde tempo in città.

Master: beh, che fate, partite? Vi ricordo che partire è un po’ morire.

Condividere, tutto!

Tonfo (gnomo ladro): salgo sullo stesso uccello di Nibel! (con voce acuta).

Il party viaggia su dei Roc.

…più voglia di qualcosa di buono

Landok Feras (guerriero): se i nostri sospetti sono FONDENTI…

Prenderla alla lontana

Il prode Landok Feras (guerriero) ha perso la mano sinistra in battaglia e si trova a fare il giro delle chiese cittadine per cercare una soluzione.

Chierico: cosa ti porta tra le braccia di Reorx?
Landok Feras:…ehm…un problema di manodopera…

Conoscenze geografia: zero gradi

Tonfo (gnomo ladro) e Nibel Galla (ranger) sono scomparsi dalle dimore reali.

La verga dei draghi è scomparsa con loro.

Landok Feras (guerriero) e Damian Prates (cavaliere del giglio) vengono convocati dal Sovrano.
Master: il Re è molto contrariato. Vuole interrogarvi.
Landok Feras: speriamo non mi chieda dove sta la Basilicata!

Bigottismo e malizia

Ancora sotto torchio dal Re per la scomparsa del potente artefatto.

Re: è chiaro! Lo gnomo Tonfo ha preso la verga dei draghi.
Landok Feras (guerriero): ma no Sire…
Damian Prates (cavaliere del giglio): …non ha mai manifestato queste tendenze…e poi è contro natura!

Battute di dubbio gusto#1

Master: la ragazza, vedendoti, trasale.

Damian Prates (cavaliere del giglio): scenda signorina!

Battute di dubbio gusto#2

Master: nella stalla trovate (roll*100) cavalli già sellati, pronti a partire…camminate…camminate…e vi cominciate a chiedere perché camminate quando avete i cavalli.

Talento per personaggi “speciali”

Landok Feras (guerriero): prendo il talento “cavalcare in sella”

Battute di dubbio gusto#3

Damian Prates (cavaliere del giglio) e Landok Feras (guerriero) vengo catturati e accusati di omicidio.

Damian Prates: state prendendo un abbaglio…wuof, wuof!

Battuta di Spirito

La locanda offre un vino scadente ai nostri avventurieri.

Ladro: (sputando il contenuto del bicchiere) come lo fate qui il vino…evoca Mosto?

Senza dubbio!

Disquisendo su una regola di gioco fino a quel momento mai applicata.

Master: …beh, meglio retro Attiva che retro Passiva, no?

Dalla Libreria Immaginaria #97 – Neven – Joe Sacco

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Neven – Joe Sacco

Dalla Libreria Immaginaria #96 – Anya e il suo fantasma – Vera Brosgol

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Anya e il suo fantasma – Vera Brosgol

Dalla Libreria Immaginaria #95 – Piena di niente – Alessia di Giovanni e Darkam

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Piena di niente – Alessia di Giovanni e Darkam

Dalla Libreria Immaginaria #94 – Io sono Deadpool – AA.VV.

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Io sono Deadpool – AA. VV.

Dalla Libreria Immaginaria #93 – Appunti di vita 1.born to be a larva – Boulet

Leggo.
Leggo tanto.
Leggo troppo, a seconda dei periodi.
Ogni tanto alzo la testa e lascio andare la penna per raccontare quello che un libro mi ha lasciato addosso.
Poi le metto tutte sulla Libreria Immaginaria.
Questa rubrica domenicale vuole essere un ponte per quel mondo incantato che è la letteratura e se attraverso le mie recensioni, scoprirete che un libro può piacervi, ben venga.
E se ancora, scoprirete nelle recensioni della libreria qualche pietra miliare per la vostra collezione, tanto meglio.

Appunti di vita 1.born to be a larva – Boulet

Pagina successiva »

echo '';